Cultura

Casa come me – Villa Malaparte

“V’era a Capri, nella parte più selvaggia, più solitaria, più drammatica, in quella parte tutta volta a mezzogiorno e ad oriente, dove l’Isola da umana diventa feroce, dove la natura si esprime con una forza incomparabile, e crudele, un promontorio di straordinaria purezza di linee, avventato in mare come un artiglio di roccia…” Read more →

Cimitero acattolico

Il livello di sviluppo di una società si misura dalla tolleranza e rispetto per la diversità. A Capri c’è un luogo particolare e un po’ segreto dove i moderni Ulisse, sbarcati a Capri e rapiti dal fascino di questa Sirena, raccontano ai capresi e ai rari turisti che ci arrivano la propria storia immortale: questo posto è il cimitero acattolico. Read more →

Ferdinando, le quaglie, “o sciavichiello” e Palazzo Canale

Proviamo a immaginare una Capri senza turisti, proviamo a immaginare i capresi come persone semplici, inconsapevolmente fortunate nel vivere in questo paradiso terrestre naturalistico, ancora selvaggio e incontaminato, dèdite all’agricoltura e alla pesca, il cui tempo è scandito dalla regolarità della natura…. come è sicuro che la mattina sorge il sole, così è sicuro che in primavera e in autunno “passano” le quaglie… Read more →