Gnocchi alla sorrentina

…profumo di basilico, suono dolce di sugo al pomodoro e mozzarella che vanno gratinando nel forno, la fantasia vola, l’acquolina fa storcere la bocca in smorfie da appetito “galoppante” e finalmente arriva un bel piatto fumante di gnocchi alla sorrentina…

Gnocchi alla sorrentina con mozzarella fumante gratinati al forno, o con semplice sugo al pomodoro ad arricchire un bel piatto di ravioli

Gnocchi alla sorrentina con mozzarella fumante gratinati al forno, o con semplice sugo al pomodoro ad arricchire un bel piatto di ravioli

Sorrento è, insieme a Massa Lubrense, il collegamento più vicino e sempre visibile – a differenza di Napoli – tra Capri e il continente, e quindi sono molto forti i legami, soprattutto dal punto di vista linguistico (i dialetti sono molto simili) e alimentare (Sorrento fornisce, tra i vari ingredienti, la caciotta secca fondamentale nel ripieno dei ravioli capresi o i provoloni per la “mitica” pasta con le zucchine).

Lo stesso legame unisce i piatti principe dei 2 paesi: i ravioli capresi e gli gnocchi alla sorrentina! Solo se avrete la fortuna di mangiare in una casa di capresi autentici vi potranno servire un piatto fumante con ravioli e gnocchi al sugo; la motivazione è molto semplice e deriva dalla sana e saggia mentalità contadina caprese che vuole che in cucina niente vada buttato; e allora quando si prepara la pasta per i ravioli, capita molto spesso che ne rimanga un po’, ma la brava massaia sa già che quella pasta semplice di farina di grano duro, sale e acqua bollente si trasformerà in tanti piccoli gnocchi – “cazzariell” diciamo noi, e non credo ci sia bisogno di spiegarne il significato – che andranno ad arricchire e rallegrare il “serioso” piatto di ravioli ripieni di caciotta e maggiorana.

Un impasto sempicissimo di farina, sale e acqua bollente... ecco gli gnocchi alla sorrentina

Un impasto sempicissimo di farina, sale e acqua bollente… ecco gli gnocchi alla sorrentina

Chiaramente, poi, gli gnocchi alla sorrentina, hanno tutta una vita propria fatta di mozzarella filante o provola e di croccante gratinatura al forno che li hanno resi una delle specialità più conosciute del golfo di Napoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *